Il polistrumentista noto come il Maverik del Jazz Italiano  Enzo Favata porta   sulla scena internazionale una nuova band.
The wizard (cit. stampa inglese) ha un inestinguibile spirito d’avventura  ed eccolo con una nuova band che fa sembrare la sua musica ancora più vitale ed essenziale.
The Crorssing è  un mix musicale fresco, con vibrazioni ed elettronica, sintetizzatori bassi e piano elettrico e live elettronica, batteria che crea atmosfere meravigliosamente leggere ed elastiche per il potente sax soprano di Favata insieme al  clarinetto basso  profondo e scuro.

Per interpretare nuove suggestioni e nuovi colori sonori, Favata ha riunito il pianista e il producer  Fabio Giachino, al vibrafono Pasquale Mirra, considerato uno dei maestri di questo strumento. E i Marco Frattini  uno dei più interessanti batteristi  Italiani

In poco più di quattro anni nonostante la pandemia la band ha avuto grandi successi  internazionali , partendo da un tour giapponese,  ( replicato nel 2023) Edinburgh Jazz Festival, Novara  , un tour sudamericano a novembre/dicembre dove ha suonato in varie città del Brasile , Argentina ed  al Montevideo Jazz Festival , nel 2020/21 è stato invitato ad alcuni dei più importanti Festival Jazz Europei e italiani. Con l’uscita di un album recensito in tutto il mondo, nel 2022/2023 suona nei principali Festival italiani e in Europa, Giappone, Cina, Hong Kong, India, Africa.

La musica si apre al mondo delle nuove generazioni e alle sonorità della musica attuale, ma sempre con una visione che si confronta con il realismo magico della poetica del polistrumentista Enzo Favata.
Il sound alterna musica elettronica, jazz, cosmic rock, sonorità etiopi, balinesi e in un caleidoscopio di colori e melodie.

Sulla sua musica è stata definita dalla stampa giapponese come: “una musica visionaria dal gusto selvaggio mediterraneo, che si fonde con i ritmi ipnotici dell’Etiopia e le atmosfere balinesi, mixati con un sapiente uso dell’elettronica e dell’improvvisazione. Una potenza sonora poetica unica, il jazz italiano ci riserva sempre delle grandi sorprese, ma questa band è davvero brillante”

Line-up
Enzo Favata – soprano sax, bass clarinet, soprano bandoneon & live electronics
Pasquale Mirra – vibraphone , midi marimba, samplers & live electronics
Fabio Giachino – bass synth live electronic Keyboards
Marco Frattini – acoustic & electronic drums

 

ENZO FAVATA

Nella sua lunga carriera ha suonato con i suoi progetti in numerosi festival e palchi prestigiosi in tutto il mondo. Ha suonato e registrato alla grande musicisti: il maestro del bandoneon argentino Dino Saluzzi, Enrico Rava Miroslav Vitous, Mulatu Astatk Trilok Gurtu, Sajnkho Namtchylak voce ancestrale di Tuva, il trombettista Lester Bowie, l’Art Ensemble of Chicago, Metropole Orkest, Dave Liebman, il chitarrista brasiliano Guinga, Omar Sosa, Jan Bang, Eivind Aarset, Django Bates e altri grandi musicisti di tutto il mondo come Paolo Vinaccia, Daniele Di Bonaventura, Tenores di Bitti e Tenores from Orosei (voci megalitiche della Sardegna), il cantante Dudu Manhenga, Hope Masike, Ivan Mazuze , i musicisti scozzesi Colin Steele e Dave Milligan e molti altri. Attualmente ha 2 CD attivi.

È autore anche di performance “soundscapes” per musei e mostre, colonne sonore di film. Nel 2017 JazzIT Awards è stata nominata tra i migliori 3 sopranisti jazz italiani. Favata è anche direttore artistico del Festival Internazionale del Jazz MUSICA SULLE BOCCHE, ed è uno degli eventi più famosi della scena jazz italiana, caratterizzato sia dal suo programma sempre innovativo sia dalla sua sensibilità verso temi come l’ambiente e il paesaggio. .

PASQUALE MIRRA

Vibraphonist / Percussionist / Composer

Considerato tra i vibrafonisti più interessanti della scena italiana ed internazionale.
Collabora e ha collaborato con grandi improvvisatori della scena mondiale, tra i quali: Michel Portal, FredFrith, William Parker, Trilok Gurtu, Shabaka Hutchins, Rob Mazurek, Hank Roberts, Nicole Mitchell, BallakèSissoko, Jeff Parker, Tomeka Reid, Chad Taylor, Jamie Branch, Jamie Saft, Tristan Honsinger, ErnstRijseger, Butch Morris, Damon Locks, Brad Jones, Luke Stewart, JB Lewis e molti altri.
Dal 2013 al 2018 viene nominato miglior vibrafonista italiano dalla rivista di settore Jazz it.
Nel 2014 e nel 2015 inoltre considerato tra i migliori musicisti dell’anno per i critici della rivista Musica Jazz.
Dal 2008 collabora stabilmente con il noto percussionista americano Hamid Drake con il quale suona e ha suonato in diversi progetti partecipando a numerosi Festival in America e in Europa. Con i Mop Mop, gruppo con cui collabora stabilmente suona in numerosi Festival europei e prende parte alle musiche del film “To Rome with Love” del regista e attore americano Woody Allen e dal 2015 collabora inoltre con il gruppo  C’mon Tigre. Dal 2018 suona stabilmente in duo con il trombonista Gianluca Petrella con il quale si è esibito in importanti Festival e teatri italiani ed internazionali. Insieme hanno inciso “Correspondence” disco pubblicato dalla Tuk Music.
Dal 2019 collabora stabilmente con il sassofonista Enzo Favata,con il quale ha inciso l’albume  The Crossing.
Ha inciso oltre 40 dischi, svolge masterclass di improvvisazione presso i Conservatori Statali italiani ed ha collaborato con la Radio Televisione Italiana.
Si esibito in: Stati Uniti (New York, Chicago, New Orleans), Giappone, Thailandia, Indonesia, Vietnam,Olanda, Norvegia, Danimarca, Svezia, Russia, Ungheria, Polonia, Romania, Lituania, Germania, Francia, Regno Unito, Belgio, Portogallo, Spagna, Austria, Bulgaria, Grecia, Turchia, Cipro, Serbia, Repubblica Ceca.

FABIO GIACHINO

Fabio Giachino è considerato tra i pianisti e compositori più interessanti della sua generazione. Residente a Torino ma originario di Alba, il suo percorso lo ha portato a sviluppare una visione artistica che supera i limiti stilistici di generi come l’improvvisazione jazz, la musica classica e la produzione elettronica, racchiudendo le diverse influenze in un unico linguaggio espressivo.
Ha vinto premi internazionali tra cui il Premio Internazionale Massimo Urbani 2011, il Premio Nazionale Chicco Bettinardi 2011, il Premio Speciale del Concorso Internazionale di Bucarest 2014 ed è stato Artista in Residenza presso l’Ambasciata Italiana a Copenhagen. Dal 2010 è impegnato in un’intensa attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi in numerosi paesi del mondo collaborando con festival e istituti culturali locali tra cui Piano city Madrid 2023, (Iran), Cairo Jazz festival 2022, Edinburgh Jazz Festival 2019- 2022 e 2023, Fajr international Music Festival 2020, Copenhagen Jazz festival 2017 e nel 2019 e 2017, in occasione del Festival della Musica, si è esibito in tre tournée rispettivamente in Messico, New York e, in Libano. Nel 2018 ha effettuato due tournée tra Giappone (Tokyo, Nagoya) e Russia (Mosca, San Pietroburgo, Kaliningrad, Ekaterinburg, Penza e Perm) riscuotono un notevole successo di critica e di pubblico.
Ha inciso numerosi album come leader e sideman e tra le sue varie collaborazioni si annoverano i nomi di Randy Brecker, Dave Liebman, Fabrizio Bosso, Furio Di Castri, Flavio Boltro, Miroslav Vitous, Rosario Giuliani, Maurizio Giammarco, Roy Paci, Mariella Nava.

MARCO FRATTINI

Ha iniziato giovanissimo a studiare batteria.
Si specializza nel linguaggio jazzistico sotto la guida di grandi maestri, in Italia e negli Stati Uniti, dove studia al Berklee College of Music e al New England Conservatory di Boston (con Bob Moses, Terri Lyne Carrington, Skip Hadden, John Ramsay ) La sua vorticosa attività lo ha portato a collaborare con numerosi artisti appartenenti al mondo del jazz (Pietro Tonolo, George Garzone, Howard Levy, Nigel Price, Ross Stanley, Štefan Bartuš, Tom Kirkpatrick, Randy Bernsen, Flavio Boltro, Max Ionata, Fabio Morgera, Giovanni Amato…), e non solo (Omar Lye-Fook, James Thompson, Marco Sabiu, Joseph Bowie, Will Weldon Robertson, M+A, Santa Margaret…), il cantautore (Gianmaria Testa, Max Manfredi . ..) e del teatro (Alessio Boni, Umberto Scida…)
Ha suonato in Inghilterra, Francia, Danimarca, Olanda, Austria, Germania, Svizzera, Repubblica Slovacca, Slovenia, Croazia e Italia partecipando ad importanti festival e concorsi nazionali ed internazionali (Glastonbury Festival, Babel Med, Roskilde Festival, Norwich Sound & Vision, Eurosonic Festival, Simple Thing Festival, MTV Days, Reeperbahn Festival, Nitra Jazz Festival, Jazz Fair 2018, Bologna Jazz Festival, Premio Fabrizio De Andrè, Bassano Opera Festival, Crossroads, BIA, Jazzahead! Festival, Premio Tenco, Folkest, Tango Y Mas , roBOt Festival…) e vari programmi radiofonici e televisivi (MTV Days, RAI 2 Tenco sera, RAI 3 Gazebo, RADIO 2 Caterpillar, RADIO 3 Il Terzo Anello e Fahrenheit…)
Ha al suo attivo oltre cinquanta registrazioni e varie produzioni teatrali.

Enzo Favata “The Crossing”

06 luglio 2024

Vai all'evento

Ascoli Piceno