Fin dall’uscita di Piano Tales (Cam Jazz 2016), il suo primo album in piano solo, Enrico Zanisi ha cercato di sviluppare l’idea originaria alla base di questa particolare, intima e personale formula di concerto: un contenitore di possibilità, di storie musicali che possono prendere ogni volta forme diverse, elaborate a partire da un materiale sonoro in continua evoluzione. Brani originali, standard e improvvisazioni libere possono coesistere all’interno di un evento che, all’insegna dell’estemporaneità, vuole mirare ad una sua propria organicità, ad una narrazione musicale che fa del contenuto espressivo la sua propria struttura.

Enrico Zanisi, pianista jazz e compositore, si è diplomato in pianoforte con lode presso il Conservatorio de L’Aquila e ha conseguito la laurea di secondo livello in Jazz con lode presso il Conservatorio di Frosinone. In qualità di pianista classico si è aggiudicato un primo premio in numerosi concorsi pianistici nazionali e internazionali e come pianista jazz ha vinto il primo premio-borsa di studio al “Premio Nazionale di composizione-esecuzione pianistica in ambito jazz Franco Russo”, si è aggiudicato il Primo Premio e il “Premio del Pubblico” al Concorso Nazionale per nuovi talenti del jazz italiano “Chicco Bettinardi”, ha vinto la terza edizione del “Vittoria Rotary Jazz Award”. Ha inciso il suo album di debutto nel 2009 in trio con Pietro Ciancaglini e Ettore Fioravanti Quasi Troppo Serio, prodotto da Nuccia e distribuito da Egea. Nel 2011 ha costituito un nuovo trio a suo nome con Alessandro Paternesi alla batteria e Joe Rehmer al contrabbasso, scrivendo e arrangiando per questa formazione brani originali. Con questo trio ha registrato due dischi, entrambi pubblicati dalla Cam Jazz: Life Variations ad ottobre 2012 e Keywords a gennaio 2014. Nel 2012 ha vinto il premio Top Jazz come Miglior Giovane Talento, indetto dalla prestigiosa rivista Musica Jazz. Nel 2014 ha ricevuto il Premio SIAE per la Creatività. Nel 2015 è uscito per la Cam Jazz Right Now, disco in duo con il sassofonista Mattia Cigalini. A febbraio 2016 la Cam Jazz rilascia il suo primo album in piano solo, Piano Tales e nell’aprile 2018 pubblica un nuovo lavoro registrato a Parigi per pianoforte, quartetto d’archi, clarinetto, percussioni ed elettronica dal titolo Blend Pages. Nel 2019 è stato pubblicato, sempre per la Cam Jazz, Chamber Songs, un album in duo con il clarinettista Gabriele Mirabassi. Nel corso degli anni ha avuto il piacere di suonare con Sheila Jordan, David Liebman, Andy Sheppard, Sarah Jane Morris, Logan Richardson, Enrico Pieranunzi, Stefano Di Battista, Javier Girotto, Rita Marcotulli, Giovanni Tommaso, Francesco Cafiso, Ares Tavolazzi, Ada Montellanico, Fabrizio Bosso, Maria Pia De Vito, Fabrizio Sferra, Roberto Gatto, Paolo Fresu, Enzo Pietropaoli, Rosario Bonaccorso. Sia da sideman che con i suoi progetti, si è esibito in alcuni dei più importanti festival Jazz Italiani e festival e Istituzioni estere, in Europa, in Africa, in Sud America e in Asia.

Enrico Zanisi piano solo

23 giugno 2024

Vai all'evento

Arquata